Pereira

(Un omaggio al grande scrittore ed intellettuale Antonio Tabucchi)

Sedeva sull’autobus,
Solo, in disparte.
Le grasse gambe che dal sedile
Troppo stretto sporgevano.
Una signora, sulla sessanta,
Chiedendo di sedersi. Lui
Si alza, a fatica, pesante;
Cortese si siede lei.
Braccia sui braccioli, ritorna
Ad adagiare il suo grasso
Corpo sul suo sedile.
Guardalo, i capelli giustapposti,
Tagliati ad un’unica
Possibilità. Guardalo
Appoggiato mollemente
Alla sua sola sedia,
Circondato di insegne, vuote.
Guarda quegli occhi, gli occhiali
Cerchiandone la forma, il colore
Vanamente disperato del suo
Obeso viso.

Solo tra migliaia sta,
Seduto sul bus,
Semplice nella sua immobile forma sconveniente.
Guardalo! Guardalo!
Questo è il nostro uomo.
Guardalo, solo e semplice
Il più grande uomo della terra.

(Giorgio Pesti)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...